Noto: capitale del barocco nella Sicilia orientale.

Il Barocco a Noto.

Fra dolci colline prevalentemente coperte di macchia mediterranea o coltivate ad agrumeti, oliveti e vigne, ad appena 30 km da Siracusa, è situata la cittadina oggi famosa come capitale del barocco siciliano: Noto. Guidando attraverso la campagna e avvicinandovi alla città, noterete subito quanto l’atmosfera qui sia speciale, a dispetto del grande numero di turisti che ogni anno la visitano, e come questa zona sembri essere un mondo perduto in attesa di essere riscoperto. Il centro della città è uno dei più ricchi di chiese e palazzi di tutta la Sicilia.

noto-sicily- cathedral-facade
La Cattedrale di San Nicolò, facciata. Noto.

La cattedrale di San Nicolò domina la piazza del Municipio con la sua enorme scalinata a quattro rampe e la sua cupola, creando insieme all’elegante Palazzo Ducezio e ad altre chiese uno scenario irripetibile fatto di pietra color miele. La Cattedrale, che ha una storia travagliata fatta di crolli e ricostruzioni, è stata riaperta al pubblico nel 2007, dopo il crollo di una vasta parte nel 1996 .

noto-sicily-italy
La cattedrale di San Nicolò, la scalinata e Palazzo Ducezio. Noto.

Poco lontano da questa meravigliosa piazza, lungo il Corso Vittorio Emanuele, troverete la più piccola ma preziosa chiesa di San Carlo Borromeo, con la sua facciata barocca a tre livelli. All’interno una scala vi condurrà alla terrazza con il campanile, dalla quale potrete godere di una delle migliori viste sulla cattedrale, la scalinata, il palazzo Ducezio, la piazza e su gran parte della città: vi raccomandiamo di non non perderla! Fra i tanti capolavori del barocco a Noto vi sono anche la chiesa di San Domenico in Piazza XVI Maggio e il Palazzo Nicolaci, che conserva ancora parte degli arredi originali, ed è riccamente decorato all’esterno.

I dintorni 

Non soltanto il centro di Noto merita di essere visitato: molti siti interessanti sono sparsi per la campagna, come la Villa romana imperiale del Tellaro con i bellissimi mosaici originali geometrici e figurativi, situata lungo la strada provinciale 19 (pochi km a sud di Noto) o le Rovine di Eloro, antica città greca alla foce del fiume Tellaro sul mar Ionio.

Natura

Nella stessa zona della antica Eloro troviamo una delle più importanti riserve naturali del sud Italia: la Riserva naturale orientata di Vendicari, con più di 1500 ettari di natura incontaminata. In autunno e in primavera, come accade anche allo Stagnone di Marsala, aironi, fenicotteri e molte altre specie migratorie si fermano qui in attesa di ripartire per le loro destinazioni finali. Se siete interessati al Bird watching, questo è il vostro posto ideale. Forse un solo giorno non sarà sufficiente per visitare tutte le bellezze che la riserva offre, la Tonnara, la Torre sveva e le diverse spiagge, una più bella dell’altra.

Le spiagge

Proprio all’interno della riserva di Vendicari si accede ad alcune fra le più belle spiagge della Sicilia sud orientale: Marianelli, la spiaggia di Vendicari, dominata dalla tonnara, e Calamosche. La riserva è una zona protetta, per questo dovrete lasciare la vostra auto nelle aree di parcheggio e proseguire a piedi lungo sentieri non pavimentati. All’interno della riserva non troverete infatti né lettini né chioschi che vendono bibite: tutto qui è selvaggio, ed è proprio questo il fascino del luogo. Ad ogni modo a pochi km a nord o a sud di Vendicari potrete trovare altre belle spiagge che offrono tutte le comodità, come il Lido di Noto o il Lido San Lorenzo.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s