Erice: un borgo fra le nuvole

Erice è un piccolo borgo medievale posto sulla sommità di un promontorio, a 700 metri sul livello del mare, e non è inusuale vederlo avvolto dalle nuvole mentre intorno splende il sole. E’ possibile raggiungerlo in macchina da Trapani, attraverso una bellissima seppur tortuosa strada che necessita di 30 minuti circa (e ne vale comunque la pena), o attraverso una funivia, opzione da noi consigliata per la splendida vista che offre sulla città di Trapani, il mare e le isole Egadi, Favignana, Levanzo, e Marettimo: uno spettacolo assolutamente imperdibile al tramonto! Quindi, se state programmando una mezza giornata ad Erice, fate in modo di arrivare a destinazione poco prima che il sole tramonti nelle acque del Mediterraneo. Prima di partire ricordate di verificare l’orario di chiusura della funivia, onde evitare brutte sorprese al vostro arrivo. La sera Erice potrebbe essere fresca e ventosa anche durante l’estate, quindi non dimenticate di portare con voi un giubbotto, poiché non riuscireste a godere della magia del luogo tremando dal freddo!

erice - trapani - egadi
La vista su Trapani e le Egadi dalla funivia

Una volta giunti ad Erice con la funivia (o dopo aver lasciato l’auto nelle aree di parcheggio) potete salire su per la strada principale che vi condurrà direttamente al centro, oppure perdervi nelle stradine laterali, sentieri o passaggi, dove ogni angolo nasconde una sorpresa: antiche chiese, castelli, giardini, negozi di pasticceria o botteghe artigiane. Dopo un po’ i meno “olimpionici” tra voi penseranno a quanto deve essere stata dura la vita nel medioevo, ma per i più pigri c’è un trenino turistico su ruote (vicino alla stazione della funivia) che vi condurrà fino in cima attraverso una strada perimetrale: in questo caso al ritorno attraverserete in discesa il centro, e sarà una buona soluzione per quelli di voi che viaggiano con bambini o anziani. Sulla sommità del borgo si trova un giardino e una terrazza con una vista panoramica sulla riserva naturale di Monte Cofano e l’accesso all’antico Castello di Venere, una costruzione normanna risalente al XII e XIII secolo costruita sulle rovine di un tempio romano preesistente.

erice - view - monte cofano
La vista sul Monte Cofano da Erice

A questo punto potreste essere un po’ affamati, quindi non dimenticate di gustare nelle tante pasticcerie del borgo alcune delle specialità tipiche locali come I Bocconcini di Erice, preparati con mandorle, zucchero e marmellata, o i Mustazzoli, un’antica ricetta un tempo preparata dalle monache dei vicini conventi con mandorle, cannella e chiodi di garofano: uno snack gustoso, genuino ed energetico! A pranzo o a cena c’è una vasta scelta di ristoranti dove potere provare tutte le ricette tipiche del luogo. Se non siete avversi all’aglio, provate le Busiate alla trapanese, un particolare tipo di pasta che non troverete in altre parti d’Italia. Molti artigiani locali sono altresì maestri nell’arte della ceramica e dei tessuti, quindi non vi sarà difficile trovare nelle botteghe sparse un po’ dovunque particolari souvenirs difficili da reperire altrove. Naturalmente, come in ogni altra parte del mondo, troverete anche molti negozietti dove potere acquistare gli articoli più turistici. Prima di ripartire non dimenticate di visitare il Duomo dell’Assunta, una suggestiva Chiesa del XIV secolo non distante da Porta Trapani, una delle porte principali, che vi condurrà fuori dalle mura del borgo, verso il mondo reale…

erice - duomo dell'assunta
Il duomo dell’Assunta (Erice)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s